La soluzione della “questione morale ” per la Sinistra e’ un aspetto decisivo di un nuovo modello di sviluppo, di F. Bartolomei

Postato il Aggiornato il

Immagine

Siamo di fronte ad una crisi drammatica del sistema politico nel suo complesso, crollato nei suoi livelli di rappresentatività del paese reale,prodotta da un intreccio negativo e perverso tra Politica e gestione della Publica Amministrazione , che trascina con se ‘ la credibilita’ delle stesse istituzioni statuali, e soffoca la capacita’ di agire dell’intera struttura amministrativa del sistema paese.

Siamo in presenza di un inestricabile cortocircuito generale della macchina amministrativa , indotta dalla involuzione assoluta del rapporto tra rappresentanze politiche e domanda dei cittadini , in cui trovano garanzia solo interessi di gruppo, spesso parassitari , cordate di potere , tutela di corporazioni , illegittimita’ diffuse , perdite di risorse , parzialita’ nelle valutazioni, ed inadeguatezza dei servizi .

Tutto il nostro sistema di governo e’ paralizzato in una spirale di interazioni negative reciproche tra costo ed inefficienza della struttura amministrativa dello Stato, che amplificano a dismisura il fabbisogno finanziario pubblico andando a costituire la ragione prima della impossibilità di sostenere politiche di spesa a sostegno del sistema produttivo, ed a tutela delle garanzie sociali che assicurano la tenuta del tessuto democratico del Paese.

Siamo quindi di fronte ad una crisi dello Stato prodotta da una crisi del sistema politico non più in grado, di fronte alle urgenze poste dalla congiuntura economica e dai vincoli indotti da un sistema di relazioni finanziarie condizionante la stessa sovranità nazionale ,e cogente rispetto ai margini di operatività del suo sistema di governo, di risolvere le sue contradizioni interne a complessivo beneficio della tutela del sistema paese.

Tutte le pesanti avvisaglie giudiziarie che stiamo osservando ci vanno convincendo che sta per iniziare una nuova offensiva della magistratura contro il sistema politico .

Al di la’ dei possibili aspetti di uno strisciante “Giustizialismo ” ,che ancora fatica ad essere rimosso dalla nostra cultura politica, la assoluta gravita’ del problema resta tutt’intera davanti a noi .

In Italia non esiste ormai un appalto pubblico , attraverso gara o affidamento diretto , o un concorso pubblico per assunzioni di personale , o la nomina di un qualsiasi dirigente pubblico che non siano oggetto di ” attenzione particolare” , e di un conseguente idoneo orientamento del risultato, da parte degli onnipresenti referenti politici che amministrano direttamente , o sono nelle condizioni di poter influenzare, quella specifica stazione appaltante pubblica , o quella amministrazione che bandisce il concorso , o in cui va ad incardinarsi il dirigente neo-nominato .

Questo spreco di risorse che poggia su una sistematica, e spesso criminosa , violazione del principio di legittimita’ , e di quello di economicita’ ,che devono informare tutta l’azione amministrativa , e rende vano ed odioso ogni possibile ulteriore incremento della pressione fiscale sui redditi accertati, allontanando i cittadini dalla affezione verso quelle regole di responsabilita’ civica che normalmente tengono unita’ la comunita’ civile di un paese democratico sviluppato , rappresentando la base della sua coesione sociale .

La “Questione Morale” non e’ quindi piu’ solo un problema di correttezza individuale del personale politico , ma e’ divenuta una questione strutturale insita nel funzionamento ordinario dello Stato-Amministrazione e delle Autonomie Locali, la cui soluzione , sicuramente non semplice , potrebbe consentire il recupero di disponibilita’ di spesa pubblica enormi , con cui riattivare direttamente, ed anche in presenza di vincoli esterni al deficit spending , politiche di intervento pubblico nell’economia .

Il programma di governo di una Sinistra , nuovamente autonoma ed alternativa nella sua capacita’ di riprogettare il nostro sistema -paese , deve quindi essere concentrato su una NUOVA POLITICA ECONOMICA, caratterizzata da una nuova politica industriale, e dalla centralita’ delle politiche sul lavoro e sul Welfare , realizzabile solo in parallelo alla RISOLUZIONE DELLA CRISI DELLO STATO , facendo divenire la interdipendenza dei due obiettivi una consapevolezza generale .

In questo senso i Socialisti e tutta la Sinistra deveno collegare la riforma dello stato e del suo sistema politico ad un progetto di un nuovo modello di sviluppo , ponendo al centro di un suo programma di governo la Ristrutturazione della Pubblica Amministrazione, con l’obiettivo obiettivo concreto di recuperare € 150 miliardi a regime dal fabbisogno della spesa pubblica corrente.

Sara’ possibile raggiungere questo risultato soltanto attraverso un processo di drastica riforma del rapporto tra il sistema politico e la gestione della Pubblica Amministrazione ,che conduca innanzi tutto ad un recupero della stessa possibilità, oggi del tutto impossibile , di un governo programmato dei suoi fabbisogni di spesa in rapporto al livello di erogazione dei servizi .

Deve esistere, pertanto, per la Sinistra italiana, un rapporto inscindibile tra la necessità di risoluzione della crisi dello Stato e del suo sistema politico, attraverso un nuovo rapporto tra le rappresentanze politiche e la pubblica amministrazione complessivamente intesa, e la definizione concreta di un possibile nuovo modello economico e dei rapporti sociali, fondato sulla ricostruzione di una politica industriale, attraverso una capacità di programmazione complessiva dello sviluppo da parte del sistema degli istituti di sovranità popolare e di Governo, e costruito su un modello distributivo generale delle risorse e della ricchezza, in cui, ad una complessiva restrizione tendenziale della ricchezza nazionale prodotta corrisponda, inversamente, un maggior livello della sua redistribuzione collettiva.

Franco Bartolomei

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...